Piazza Garibaldi 1 - Tel. +39 0422 858900

PEC protocollo.comune.pontedipiave.tv@pecveneto.it

Contrasto: a
Testo:
a a a
mappa del sito | Home
Sei in: La città » Ambiente » Inquinamento delle falde ed acquedotti. Il richiamo del Prefetto - giugno 2011

Inquinamento delle falde ed acquedotti. Il richiamo del Prefetto - giugno 2011

E' pervenuta in data 23 giugno 2011 la nota del Prefetto a margine degli episodi di inquinamento delle falde sotterranee di approvvigionamento di acqua.
Al di là dell'analisi sulle possibili cause e delle iniziative da adottare per superare la fase di emergenza verificatasi nei nostri territori, ritengo molto pertinente il richiamo del Sig. Prefetto circa la necessità di "programmare nelle forme ritenute più opportune, la realizzazione degli acquedotti".
Al di là dell'esito dei recenti referendum, compito di ogni Amministratore sarà ora - realisticamente - quello di lavorare nelle apposite sedi, affinché simili appelli possano trovare attuazione.
A partire dalle AATO (Autorità di Ambito Territoriale Ottimale) e dai singoli gestori - per noi la SISP - a cui il Comune di Ponte di Piave ha recentemente esternato l'intero ciclo dell'acqua (acquedotto, fognatura e depurazione).
E' un richiamo che recepisco in prima persona, a maggior ragione in quanto membro del C.d.a. ATO, organismo di indirizzo e di programmazione degli investimenti idrici sul territorio di ben104 Comuni, ben oltre la Provincia di Treviso.

Roberto Zanchetta
Sindaco Ponte di Piave

Dalla Residenza Municipale, 28 giugno 2011