Piazza Garibaldi 1 - Tel. +39 0422 858900

PEC protocollo.comune.pontedipiave.tv@pecveneto.it

Contrasto: a
Testo:
a a a

News

10 Febbraio

mer 10 feb 21

Il 10 febbraio si celebra il "Giorno del Ricordo",  dedicato alla tragedia delle foibe.

La legge 92 del 2004 sancisce come la "Repubblica riconosce il 10 febbraio quale giornata del Ricordo al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale".

La tragedia delle Foibe - nelle quali i partigiani comunisti fedeli a Tito gettarono, tra il 1943 e il 1945, migliaia di italiani - e il dramma degli esuli istriano-dalmati, costretti ad abbandonare le loro case dopo la cessione di Istria, Fiume e Zara alla Jugoslavia, seguita alla sconfitta dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale, è una delle pagine più dolorose della storia del nostro Paese.

Una verità della quale oggi siamo a conoscenza grazie a tutti coloro, familiari delle vittime, storici, associazioni, che con caparbietà si sono battuti in questi anni e continuano a battersi affinché la parola foibe sia dentro il nostro vocabolario e rimanga sempre impressa nella nostra mente.

Ancora oggi non si sa con sa con esattezza quante furono le vittime delle foibe, date le difficoltà di rinvenire i corpi all’interno delle voragini, di certo si sa però che furono infoibati non solo fascisti, ma anche cattolici, liberaldemocratici, socialisti, donne e bambini.

Molti innocenti furono massacrati, giustiziati, ed infine gettati nelle fosse carsiche, destinati pertanto a morte certa, ed ulteriormente oltraggiati poiché lungamente ignorati dalla storiografia ufficiale.

La data prescelta è il giorno in cui, nel 1947, fu firmato il trattato di pace che assegnava alla Jugoslavia l'Istria e la maggior parte della Venezia Giulia.



news pubblicata il mer 10 feb 21